La Norvegia dice NO al petrolio

Le acque artiche e gli ecosistemi unici delle isole Lofoten, in Norvegia, sono salvi dal petrolio.

Uno dei maggiori produttori di combustibili fossili al mondo si sta disinnamorando del petrolio. È la Norvegia, che ha infatti mosso un passo in più verso la protezione delle sue acque artiche che bagnano coste e fiordi delle isole Lofoten, Vesteralen e Senja, una delle aree del paese rimaste intoccate dalle attività estrattive e che ospita ecosistemi unici.

lofoten-2

Le isole Lofoten, con i loro fiordi che creano paesaggi di incredibile bellezza caratterizzati da acque azzurre sovrastate da maestose montagne che ospitano piccoli villaggi colorati, sono considerate un ecosistema unico al mondo.

Le sue acque infatti ospitano e attraggono una delle concentrazioni di cetacei più alte al mondo, mentre le sue cime sono una delle aree di nidificazione più grande d’Europa per gli uccelli marini. Oltre all’incredibile natura e biodiversità che difficilmente si trovano altrove nel nostro Pianeta, le acque delle isole Lofoten sembrano siano anche ricche di sedimenti petroliferi: si stima che possano esserci da 1 a 3 miliardi di barili di greggio nascosti al largo dell’arcipelago.

Questa decisione comporta un cambio di rotta decisivo per il futuro del paese. Questa decisione, tra l’altro, arriva poco dopo l’annuncio del fondo sovrano norvegese, il più grande al mondo, che non investirà più in petrolio e gas, ma in fonti rinnovabili.

Non vediamo l’ora di annunciare il prossimo viaggio alle Isole Lofoten! Chi viene con noi?

#connectviaggi

Nel 2018 era partita la campagna #OilFreeLofoten, promossa dall’organizzazione Sea Legacy (fondata dal famoso fotografo di natura Paul Nicklen) per chiedere al parlamento che la zona fosse protetta dal petrolio in maniera permanente.

Più di 50mila persone hanno risposto all’appello e firmato la petizione per chiedere di tenere le fonti fossili fuori dall’arcipelago, a dimostrazione di quanto ormai questa industria stia perdendo la popolarità di cui godeva nella famosa era del petrolio norvegese, e di come il paese – uno dei pochi al mondo che potrebbe raggiungere l’obiettivo di essere 100 per cento rinnovabile e azzerare le proprie emissioni – non possa più voltarsi dall’altra parte e debba staccarsi dal suo ormai passato fossile per tracciare le linee di un futuro più pulito.

lofoten-1

Leave a Comment

logo_miniature